“Manovra correttiva” – il punto sulle Misure Fiscali DL 50/2017

Esenzione IMU sul “magazzino” delle imprese edili – Dichiarazione
23 giugno 2017
Split payment – Pubblicato Decreto Attuativo ed elenchi delle P.A. coinvolte
30 giugno 2017

“Manovra correttiva” – il punto sulle Misure Fiscali DL 50/2017

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 144, del 23-06-2017, la legge 21 giugno 2017, n. 96 (clicca qui per scaricare), di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 50/2017 (cd. “Manovra correttiva”), in vigore dal 24 giugno 2017.

 

Nella fase di conversione in legge del Provvedimento, è stata introdotta, come auspicato dall’ANCE, l’estensione del sismabonus agli acquisti di case antisismiche site nei comuni della zona a rischio sismico 1, cedute dalle imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e derivanti da interventi di demolizione e ricostruzione, anche con variazione volumetrica.

 

Inoltre, tra le ulteriori novità in materia fiscale di interesse per il settore delle costruzioni si segnalano, tra l’altro:

 

–       le novità in tema di fruizione dell’ecobonus “incapienti” mediante la cessione del credito, come modalità alternativa rispetto alla corrispondente detrazione IRPEF/IRES, per gli interventi condominiali volti alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti;

 

–       l’introduzione dei nuovi “indici sintetici di affidabilità fiscale” (cd. ISA), per i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni, che sostituiranno gli Studi di Settore a decorrere già dal periodo d’imposta 2017.

 

Il nuovo strumento verrà reso operativo mediante successivo Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze e da provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate;

 

–       il riconoscimento, anche per il 2017, della possibilità di compensare le somme iscritte a ruolo con i crediti commerciali vantati nei confronti della P.A.

 

Le modalità attuative di tale misura verranno definite con un Decreto del Ministro dell’Economia e Finanze (MEF) di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico (MISE);

 

–       le modifiche alla disciplina dell’A.C.E. (aiuto per la crescita economica), con la rideterminazione del “rendimento nozionale lordo”, ossia la percentuale di deduzione dal reddito imponibile d’impresa, correlata agli aumenti di capitale che, per il periodo d’imposta 2017, viene abbassata dal 2,3 all’1,6%.

 

L’ANCE ha aggiornato il documento di sintesi (clicca qui per scaricare) che fa il punto sulle principali misure fiscali e giuslavoristiche d’interesse per il settore contenute nella “Manovra correttiva”, alla luce delle modifiche apportate in sede di conversione in legge.