Beni culturali: in gazzetta il Regolamento sugli appalti pubblici

Cig ordinaria per eventi meteo: chiarimenti sulla presentazione delle domande
30 ottobre 2017
Regolamento Privacy (UE) 2016/679 – le prime FAQ
8 novembre 2017

Beni culturali: in gazzetta il Regolamento sugli appalti pubblici

L’11 novembre 2017 entra in vigore il “Regolamento concernente gli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42” riportato nel decreto interministeriale 22 agosto 2017, n. 154 emanato dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (G.U. n. 252 del 27 ottobre 2017).

 

Il regolamento – previsto dall’art. 146, co. 4 del d.lgs. 50/2016, codice dei contratti pubblici – disciplina le seguenti tipologie di lavori:

 

a)     scavo archeologico, comprese le indagini archeologiche subacquee;

b)     monitoraggio, manutenzione e restauro di beni culturali immobili;

c)     monitoraggio, manutenzione e restauro dei beni culturali mobili, superfici decorate di beni architettonici e materiali storicizzati di beni immobili di interesse storico, artistico o archeologico.

 

Con riferimento a tali tipologie di lavori, il provvedimento disciplina i seguenti aspetti:

 

·        requisiti di qualificazione degli esecutori di lavori riguardanti i beni culturali e dei direttori tecnici;

·        progettazione e direzione di lavori riguardanti i beni culturali, ossia i livelli e contenuti della progettazione nonché i soggetti  incaricati dell’attività di progettazione e direzione lavori;

·        gli interventi di somma urgenza.

·        l’esecuzione e il collaudo dei lavori,

·        disposizioni finali (abrogazioni e transitorio).

 

Per visionare il testo del decreto (clicca qui). Si fa riserva di ulteriore commento.